Curarsi con le bacche di goji è possibile? Parte 1

Gen 4, 2017 // By:Federica Emme // No Comment

Bacche di goji, tra medicina tradizionale cinese e medicina moderna

Sono conosciute anche come il “frutto della longevità”, “diamante rosso”, “elisir di lunga vita”; tutti appellativi altisonanti che richiamano nelle menti il pensiero di aver finalmente trovato il rimedio a tutti i nostri mali.

Gli studi scientifici svolti sulle bacche di Goji sono ancora molto ridotti, essendo questo un prodotto salito alla ribalta solo di recente.

Sicuramente va confermato il fatto che queste bacche sono conosciute da sempre nella Medicina Tradizionale Cinese.

La medicina Tradizionale e le bacche di goji

La MTC, oggi ufficialmente riconosciuta dall’ OMS, si basa su pratiche secolari che ad possono ormai ritenersi sicure ed appurate con cui ci si interessa non solo dell’aspetto fisico e sintomatologico di una malattia ma anche e soprattutto degli scompensi dell’aspetto mentale, psico-sociale, dell’animo e delle emozioni che questa va ad intaccare.

La malattia è considerata come conseguenza di uno scompenso spirituale, una disarmonia, uno squilibrio di energia (di Qi) che riguarda i corpi sottili (immaginateli come una specie di strati del nostro stesso fisico); curando i corpi sottili si può impedire alla malattia di arrivare al fisico.

Le prime testimonianze scritte su in testo di Medicina Tradizionale Cinese risalgono a 2600 anni fa. Nel “Pen Ts’ao Ching” il sovrano Shen Nung diceva che: “Le bacche di Goji nutrono e rinforzano il corpo donando forza e vitalità, aiutano il flusso dei liquidi corporei, calmano lo spirito, rinfrescano e rigenerano la pelle e gli occhi”.

Anche nel testo datato I° sec. AC, il “Shennong Ben Cao Jing” è scritto che “ Il Lycium tonifica il Jing e il qi e rafforza lo Yin Tao ” (in altre parole rinforza il respiro, l’energia vitale e dà la capacità di compiere sforzi fisici).

Quello che si può riscontrare da questi antichi testi è che le bacche venivano usate anche allora per alleviare i disturbi degli occhi ed aumentare le energie del nostro corpo. Proprio gli stessi risultati che hanno raggiunto i moderni studi.

La medicina Moderna e le bacche di goji

 

Goji e Colesterolo

Il colesterolo è una molecola lipidica sterolica presente negli organismi animali che svolge importanti funzioni. Anche se utile per la produzione di cellule sane, quando questo raggiunge concentrazioni alte aumenta il rischio di patologie cardiache. Con alte concentrazioni di colesterolo si ha il rischio che questo si vada a depositare lungo i vasi sanguigni, rendendo difficoltosa la circolazione. Quando il muscolo cardiaco non riceve sufficiente sangue ricco di ossigeno si alza il rischio di una crisi cardiaca. Se la diminuzione del flusso interessa invece il cervello si può verificare un ictus.

Il colesterolo si divide in LDL o “cattivo”, cioè quello che va ad attaccarsi ai vasi sanguigni e in HDL o “buono”, quello che invece ripulisce le vene dall’ LDL

  Alto rischio Borderline Ottimale
Colesterolo Totale Maggiore di 239 190-239 Minore di 190
LDL Maggiore di 160 100-159 Minore di 100
HDL (uomo) Minore di 35 35-39 Maggiore di 39
HDL (donna) Minore di 40 40-45 Maggiore di 45
Trigliceridi Maggiore di 200 150-200 Minore di 150

Tabella con i livelli raccomandati di Colesterolo Totale aggiornati alle nuove linee guida europee per soggetti senza fattori di rischio (fumo, obesità, altre malattie)

Secondo uno studio del 2004 svolto dal College of Public Health della Wuhan University, in Cina (che potete leggere qui Studio Goji-Colesterolo ) i polisaccaridi LPB contenuti nelle bacche di goji hanno avuto effetti positivi sull’aumento del colesterolo buono HDL: “Lycium barbarum fruit extracts/fractions could significantly reduce blood glucose levels and serum total cholesterol (TC) and triglyceride (TG) concentrations and at same time markedly increase high density lipoprotein cholesterol (HDL-c) levels after 10 days treatment in tested rabbits, indicating that there were substantial hypoglycemic and hypolipidemic effects”.

Goji ed Ipertensione

La pressione sanguigna è la forza con cui il sangue, pompato dal cuore, preme contro le pareti delle arterie. Se la pressione aumenta e rimane elevata per molto tempo, può danneggiare l’organismo in diversi modi. In questo caso si parla di ipertensione e, se sottovalutata, questa malattia può causare coronaropatie, insufficienza cardiaca, colpi apoplettici, insufficienza renale ed altre gravi patologie.

Nel 2015 è stato effettuato uno studio chiamato “Anti-hypertensive effect of Lycium barbarum L. with down-regulated expression of renal endothelial lncRNA sONE in a rat model of salt-sensitive hypertension” (che potete leggere qui: Studio Goji-Pressione Arteriosa ) a conclusione del quale si è riscontrato che introdurre le bacche di Goji nella propria dieta può avere effetti positivi per ridurre la pressione arteriosa. Il test clinico è stato svolto su 4 gruppi di ratti. I primi 3 gruppi hanno ricevuto rispettivamente una dieta ad alto, medio, e basso contenuto di sale per 16 settimane, mentre al quarto gruppo è stata somministrata per le prime 12 settimane una dieta ad alto contenuto di sale e per le ultime 4 settimane dieta con alto contenuto di sale unito a bacche di Goji.
Ogni due settimane ai topi venivano controllati il peso corporeo e la pressione sanguigna. Nei ratti con una alimentazione ad alto contenuto di sale è stato riscontrato un elevato aumento dei livelli di pressione arteriosa. Al contrario invece nel gruppo a cui venivano somministrate anche le bacche per cui i livelli di pressione rientravano nel range di normalità. Infatti del momento in cui queste venivano aggiunte alla dieta si notava un’importante riduzione dei valori della pressione.

Questi risultati indicano che le bacche di Goji hanno un effetto anti-ipertensivo e quindi potrebbero essere un valido aiuto naturale per abbassare i livelli alti di pressione arteriosa.

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Continua l’articolo con la Parte 2

 

 

 

Credits:Sfondo foto creata da freepik – it.freepik.com

About Federica Emme

Browse Archived Articles by Federica Emme

Leave a Comment

Your email address will not be published.

© Gojitaly.it - Natura Viva Garden - P.IVA: 01762850434 - REA: FM194503 - Via Fratte 3588 Casette d'Ete di S.Elpidio a mare (FM)